E-mail   Password        Password dimenticata? Come ordinare   Trova la tua Libreria-Point   Registrati    Contatti   Privacy Policy
 
     
> Ricerca avanzata Borsa della spesa Visualizza
 
Brady (Il)   € 18,00
 
  Jacques Thorens
       
 
ISBN   9788899793159
     
Editore   L''orma
   
Collana   Kreuzville
     
Traduttore   Marco Lapenna
     
Genere   Romanzi e Letterature
     
Pubblicazione   2017
     
Disponibilità   In commercio, di facile reperibilità

Cerca la libreria più vicino a casa!
Digita la città o la sigla della tua provincia.
  C'era una volta un cinema a Parigi che non assomigliava a nessun altro. Sullo schermo proiettava i bassifondi della cinematografia mondiale (dalle pellicole di kung fu agli splatter, dagli spaghetti western alla cosiddetta serie Z), mentre in sala ospitava una varissima umanità di incantevoli falliti e dignitosi esclusi: il Brady, luogo balordo, sgangherato, irriducibile, una quinta di romanzo che ha avuto la faccia tosta di esistere per davvero. Di questo luogo, Jacques Thorens offre una «biografia» divertita, canagliesca e struggente, narrando un'epopea della marginalità, del kitsch e dello scialo, costellata di momenti paradossali (come quando "Harry Potter" viene programmato assieme a "Schiava di Satana"...), di personaggi memorabili e di capitoli ricorrenti che celebrano la contorta ingegnosità di produttori e titolisti (con perle come "Zorro e i tre moschettieri" o "C'è Sartana... vendi la pistola e comprati la bara!"). La romanzesca storia vera di un cinema mecca dei cinefili e corte dei miracoli, dove - tra b-movie e amori mercenari - gli sketch esilaranti, le avventure a perdifiato e i sogni più sfrenati escono dallo schermo per sedersi tra gli spettatori.
       
Recensione a cura di: CONVEGNO Libreria Uno scritto memoriale, romanzo, innanzitutto racconto d'un'esperienza vissuta in prima persona dall'autore Jacques Thorens, che ci racconta i suoi due anni di lavoro al cinema di quartiere sito nei sobborghi di Parigi che porta il nome di Brady. Rifugio di clochard, prostitute,marchette, insomma i cosìdetti "vinti" che in questo libro risultanol essere vincitori, così come lo stesso cinema e la sua sgangherata programmazione di film di serie B/Z degli anni '70-'80 che troveranno poi riscontro da parte della critica e del pubblico proprio nei giorni nostri grazie al cinema del regista Quentin Tarantino che li cita nei propri film. Epico, divertente, malinconico ma anche scanzonato, Jacques Thorens è davvero un capolavoro e per questo libro non dobbiamo che ringraziarlo.